È stato pubblicato ieri, domenica 12 marzo, il primo Ep dei Bartolomeo. Si intitola a m 6 e la sua uscita è stata una sorpresa inaspettata, come il saluto di un amico che, arrivato di soppiatto, ti poggia una mano sulla spalla sorridendo.
Sono sei canzoni, auto-prodotte, scritte e pensate da Luigi Iannelli, realizzate insieme a Lorenzo Ceci, chitarrista del progetto.
a m 6 non si presta ad etichette da scaffali, ma possiamo dirvi che è una piccola raccolta di romantici racconti, sussurrati, sognanti ed eleganti. Suonati con una semplice finezza, con buon gusto, alternando tastiere e chitarre acustiche, sempre armonizzati con gentilezza alla voce pacata e profonda di Luigi Iannelli. I testi sono diretti e confidenziali, spontanei, e c’è tanta scuola Bianconi, innegabile, anche se il rischio di adagiarsi su un copia e incolla di sonorità Baustelle è lontanissimo. Perché c’è personalità in questo piccolo e delizioso Ep chiamato a m 6. Una personalità cantautoriale spoglia dal dover interpretare il Personaggio a tutti i costi, sincera e per questo  accessibile.

Sarà per il titolo, sarà perché in tutte le canzoni è presente un senso di perdita e una voglia di ricerca, di se o di qualcos’altro, storie d’amore, storie di amanti, come ci ha spiegato lo stesso Luigi Iannelli, ma è nata spontanea la voglia di ascoltare a m 6 seduti sulla sabbia, con la leggerezza e l’autenticità di quando si sta con una persona amata che diluisce la pesantezza del quotidiano. In fondo è anche questo il suo suggerimento.
Romantico ? Decisamente.
Coraggioso ? Come l’amore.
Mescolate le carte e sperate che quella scoperta di fronte a voi sia proprio l’arcano maggiore numero sei: gli amanti.

Gianluca Grasselli

Di seguito potrete trovare il link Soundcloud per l’ascolto di a m 6 :

Share on FacebookPin on PinterestTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone