Usciti lo scorso dicembre con il se­condo album Without, i There will be blood (nome che a pronunciarlo già si è al terzo brano) propongono un rock blues energico e danzereccio, di quel­li che risorgerebbero anche i “lazza­ri”. E ad ascoltarli ci si sente a tutti gli effetti catapultati nelle campagne del West America: le influenze sono tutte dalla loro parte, dagli ZZ Top ai Lynyrd Skynyrd, passando per qual­siasi brano mai inciso da Jack White e arrivando, in ultima istanza, ai più recenti Black Keys. E se certo non gri­deremo al miracolo, Without dal can­to suo – c’è da dirlo – scorre che è un piacere: e che nell’ascoltarlo saremo a Frascati anziché coi piedi immersi nel Mississippi è un dettaglio, perché avremo già premuto “repeat” almeno un paio di volte.

Chitarre dritte come treni puntuali, una sezione ritmica allegra ma pre­cisa e quell’essenzialità che, alla fine della fiera, è il bello del rock: i fron­zoli lasciamoli pure agli altri che qui c’è da allietare l’umore delle persone. A mancare è il basso (e un bassista), del quale francamente poco si avver­te l’assenza: tale è la consistenza dei brani, che tutto sono fuorché partori­ti prematuramente.

E fa strano leggere come questo di­sco sia, in realtà, l’ultima parte di una trilogia (intrapresa con il primo Ep Prologue) che racconta addirittura “il cammino di uno sfortunato protago­nista alla ricerca della propria reden­zione”: chi l’avrebbe mai detto? A noi il tenore sembrava tutt’altro.

Un ascolto raccomandato, per una band onesta che, non faccio fatica a pensarlo, riuscirà a trasferire la stessa sincerità anche on stage, poiché con “soli” due album all’attivo il sommovi­mento – specie in rete – sembra qua­si esagerato ma evidentemente tut­to meritato. E allora ancora compli­menti ma soprattutto auguri a Davide Paccioretti, Mattia Castiglioni e Riccardo Giacomin: sono sicuro la mia personalissima ottima impressio­ne sia solo l’ultima di tante.

In bocca al lupo.

Chapeau.

Valerio Cesari
(RadioRock/L’Urlo/Il Fatto Quotidiano)

Share on FacebookPin on PinterestTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone