C’è una tradizione in Italia che è ancora viva e nonostante tut­to continua a farsi spazio sgomitando con violenza in un pa­norama che spesso oramai si definisce un po’ come tutto “in grave crisi e decollo”, ed è quella del cantautorato italiano.

La cosa forse che colpisce ancora di più è che a sgomita­re in questo caso non è un solo singolo ragazzo mezzo paz­zo, mezzo artista, ma una vera e propria band al completo: cinque ragazzi cinque che da Roma portano in giro la loro musica da più di qualche tempo in tutta Italia sotto il nome di Uscita 17. All’attivo già qualche disco, la partecipazione a contest importanti e un nuovo lavoro ufficialmente dispo­nibile a partire dal 17 gennaio, dal titolo, si spera profetico, di “Solo buone notizie”. All’interno, dieci tracks che non pri­ve della loro originalità sembrano in ogni caso omaggiare – come solo i degni eredi sanno fare – la tradizione italiana di cui si accennava di sopra. L’offerta è variegata in musica e parole. Così se all’ascolto del primo pezzo “In faccia a nes­suno” sembrerà di trovarsi dinnanzi ad un rock energico e pop-andante, ci si ricrederà immediatamente con l’ascolto di “Vernice” e “Canone inverso” dove synth, titoli e suoni in crescendo a caleidoscopio ricordano senza dubbio più da vicino i primi Bluvertigo o i più gettonati Subsonica. Ma non mancano sonorità malinconiche e nostalgiche che la­sciano spazio ad un’intima e pacata riflessione come per i brani “Il dono” e “Diamante”.

Ultima nota per il pezzo di chiusura “Il sospetto”, dove clas­se e stampo melodico riportano invece ad un altro grande musicista e poeta contemporaneo del sottobosco italiano: Paolo Benvegnù. Anzi l’augurio per questi cinque ragaz­zi è proprio quello di offrirci insieme alle loro “Solo buo­ne notizie” anche, perché no, delle felici quanto ben riusci­te collaborazioni, portando così alla luce quell’ecceziona­le tesoro artistico di cui il nostro Paese è pieno e che nes­suna crisi potrà mai portare via.

Daniela Masella

Share on FacebookPin on PinterestTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone