Amerigo Verardi racconta il viaggio di un’anima nel suo “Un sogno di Maila” | Recensione

– di Martina Rossato – “La musica non proviene dalla parte cosciente dell’anima e non si indirizza al cosciente, ma la sua forza emerge dall’inconscio e agisce sull’inconscio” Così scriveva Jung a proposito della musica. Ed è ciò che emerge anche dall’ultimo album di Amerigo Verardi, Un sogno di Maila. Si tratta di un concept…

Fulminacci: “Tante care cose” è il fulmine a ciel sereno di cui avevamo (tantissimo) bisogno | Recensione

– di Giacomo Daneluzzo – Molti pensano che questo sia un periodo triste, per la musica italiana. Un discorso da boomer? Sì, forse. Però effettivamente anch’io (che comunque ho vent’anni, non cinquanta) sono cresciuto a pane e cantautorato, in un mondo in cui i testi delle canzoni parlavano all’anima, parlavano di cose importanti, di sentimenti…