Il cupo space rock dei Wooden Shjips al Circolo degli Artisti

Serata a suon di synth-punk, electro-noise e space rock, quella del 26 febbraio scorso, al Circolo degli Artisti. Le atmosfere sono sempre cupe e al contempo frenetiche, quasi assordanti, nel buio soffocante che avvolge la sala. Si comincia con le graffianti e psichedeliche sonorità dei romanissimi Holiday Inn, freschi esordienti con l’etichetta discografica My Own Private Records. Successivamente, sale sul…

Tommaso Di Giulio: “Per fortuna dormo poco” birthday Party – Circolo degli Artisti 1/3/2014 (Report+Intervista)

TOMMASO DI GIULIO + MARGHERITA VICARIO Circolo degli Artisti, Roma – 1/3/2014 Il primo album per un artista è un passo importante, delicato, da ricordare. Per questo è giusto festeggiarlo quando il risultato è eccellente come l’esordio, vero e proprio, per Tommaso Di Giulio: il suo Per fortuna dormo poco, recensito sul numero di gennaio…

“Meglio i Maya”? Decisamente noi preferiamo gli Uscita 17!

Lo scorso venerdì 7 Febbraio a Stazione Birra siamo stati ospitati per il release party degli Uscita 17, una serata sotto il segno di OneMoreLab. Dal G.R.A. a Stazione Birra per presentare finalmente il loro nuovo album, Solo Buone Notizie, uscito ufficialmente venerdì 17 Gennaio e preceduto dal singolo In Faccia A Nessuno. Ma prima di farci coinvolgere, ballare e saltare con il loro rock alternativo,…

SIAE e autori emergenti

Per abbreviare questo articolo partirò dal presupposto che tutti voi sappiate cosa sia la SIAE, a cosa serve, come sia strutturata. Se non conosceste queste basilari informazioni potete attenervi a quelle riportate sul sito www.siae.it. Io invece voglio approfondire cosa fa, nello specifico, questo ente per la musica emergente: niente. La SIAE è un vincolo…

A day within a day – Kutso

L’8 novembre al Traffic è stato presentato il documentario “A day with Kutso“, prodotto da CheapSound / Artifact Lab e scritto da Giulio Falla e Giovanni Romano (qui il video). Noi abbiamo realizzato, primi nella storia, un “documentario del documentario“!! Riprese e montaggio: Alessio Franco e Giulio Valli

I Tre Allegri Ragazzi Morti trasformano il Blackout di Roma in un “tetto per anime perse”

I Tre Allegri Ragazzi Morti nascono a Pordenone nel 1994, lo stesso anno in cui ci lascia Kurt Cobain, mai abbastanza compianto leader dei Nirvana. Una sorta di testimone, passato l’uno agli altri per mezzo dell’ineluttabile sorte, che ha marchiato a fuoco sin dagli albori l’identità del gruppo nostrano, delineandone segni particolari ed elementi di…