L’amore è una cosa strana, un inseguirsi per (tentare di) prendersi. “L’amore è più fiele che miele” (cit. di qualcuno che non ricordo). L’amore è qualcosa che c’è “da mo’” o a momenti. Insomma, non ci si capisce nulla.

Fortuna che c’è Filippo Dr. Panico a consolarci. Mentre il suo gelato si scioglie piano piano, sotto il sole giaguaro, ci pensa la sua “Marilù” a distrarci un po’ e a farci divertire in una estate torrenziale.

Il nuovo singolo “Marilù” è il primo estratto dal secondo disco di inediti in uscita in inverno. Le sonorità pop anni ’70 di Filippo si mescolano con scelte stilistiche raffinate e testi ipotici, dando vita a un brano originale dall’accattivante sapore retrò, per uno strano melange di cantautorato dall’attitudine punk con la tradizione italiana, con ancora una sua personale poetica, sanguigna, dal piglio diretto e moderno.

Il video di “Marilù” anticipa i contenuti del disco, ed è stato realizzato da Eliana Giaccheri, con il contributo di Daniele Confetto e Barbara Bigi.

Credits del singolo:

Prodotto e arrangiato da Stefano Switala, che ha suonato le chitarre e i synth. Marco Mirk ha suonato le percussioni, Enzo Grieco il basso. Leila ha fatto i cori. Registrato e missato all’Artigiani Studio da Fabio Grande. Mastering di Daniele Sinigallia.

Share on FacebookPin on PinterestTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone