Maximo è il quinto album di Psiker, pseudonimo di Massimo Curcio, che porta l’ascoltatore in un contesto e in una scena musicale a cavallo tra i Novanta e i primi Duemila. In Maximo, infatti, Psiker non solo vanta collaborazioni provenienti dalla scena italpop come Luca Urbani dei Soerba, Raffaella Destefano dei Madreblu, e altri ospiti dai Soon e dagli Zerozen, ma un’intera struttura che deve moltissimo a band come Bluevertigo.

 

C’è Battiato, ma c’è anche Alberto Camerini in quell’ironia che collega ogni traccia in modo sempre evidente. Come in “Un pence e mezzo” o in “Doubleface“, Maximo è un prodotto che spazza via le velleità da cantautori impegnati che riscontriamo nella scena indipendente contemporanea, e si fa ascoltare e rispettare con testi ironici e una produzione synthpop di altissimo livello, ricercata in ogni dettaglio, con melodie inevitabilmente adatte a trascinare.

 

Tra i migliori brani troviamo “Contento” con Luca Urbani e la bella “Attento” con Odette Di Maio dei Soon, pronta per trainare l’intero album al grande pubblico.

 

Luca Secondino

Share on FacebookPin on PinterestTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone