di Riccardo De Stefano

foto di Laura Sbarbori

Gabriele Mencacci Amalfitano è sicuramente il più americano dei cantautori – lasciatemi usare questa espressione – provenienti da Roma. Il frontman e cantante dei Joe Victor ha infatti nelle vene lo stesso sangue dei bluesman del Delta del Mississippi, la stessa polvere negli occhi dei folkman americani.

american folkers

Giovedì 18 gennaio, nel delizioso proscenio del Mons, con “American Folkers” (organizzato da Jacopo Ratini per Atmosferica Dischi & Eventi) ha regalato un racconto in musica di quella che è la vera canzone americana, resiliente dopo decenni di mutazioni discografiche: quella del folk. Partendo dalla tradizione del blues e della canzone inglese e irlandese, Gabriele ha raccontato quasi 200 anni di musica regalando performance intime e suggestive, sia di brani della tradizione ormai dimenticati dai più come di capolavori della musica, arrivando a eseguire dal vivo brani di Bob Dylan, Tim Buckley, Don McLean e Janis Joplin.

 

american folkers 2In oltre un’ora e mezza di spettacolo Gabriele ha saputo raccontare con carisma ed efficacia teatrale l’anima americana, quella tradizione orale che oggi sarebbe impossibile da riprodurre, le dinamiche con cui si è evoluta la canzone all’interno di un circuito dove lo scambio fra artisti musicisti era continuo, dove la musica stessa diventava moto di liberazione e leggerezza, fino agli anni 70 che vedono maturare e cambiare questo mondo ma nondimeno regalare ancora grandissime canzoni. Il tutto ovviamente grazie al proprio talento come performer e come cantante, che ha lasciato stupefatti i numerosissimi partecipanti alla serata (il Mons era pieno al punto da non permettere a tutti di entrare in sala), coinvolgendo tutti quanti verso la fine in un unico e grande coro.

Ci auguriamo che lo spettacolo possa diventare l’inizio di una nuova serie di appuntamenti dove Gabriele possa continuare a regalare performance così suggestive e d’impatto. Il Mons si evidenzia ancora una volta come uno dei locali più interessanti per la scena cantautorale italiana.

american folkers 3

Prossimi appuntamenti al Mons

FORSE TI INTERESSA LEGGERE

Share on FacebookPin on PinterestTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone