BowLand: «I discografici non riescono a capire come progettare un percorso per una realtà come la nostra» | Parte 2 | Intervista

– di Martina Rossato – Facciamo un passo indietro. Siete una commistione di culture pazzesca e create un’atmosfera talmente particolare da essere unica e impossibile da collocare geograficamente. Voi dove vi vedete? Saeed: Secondo me il luogo a cui apparteniamo è più mentale, metafisico. La musica che facciamo assomiglia a tante cose, ha elementi che…

L’ultimo lustro di Club Tenco: una “piccola storia ignobile” (Parte 4)

– di Giuseppe Provenzano – La giuria Strettamente collegato alla nuova direzione artistica è l’argomento che riguarda la giuria. Intanto partiamo col dire che entrare in giuria non è poi così difficile: basta mandare un curriculum alla segreteria del Tenco. Chiaramente bisogna farlo entro un limite di tempo: le domande che arrivano, per dire, in prossimità…

L’ultimo lustro di Club Tenco: una “piccola storia ignobile” (Parte 3)

– di Giuseppe Provenzano – La nuova direzione artistica E finalmente arriviamo al vero succo di questo excursus, il taglio netto con un passato fatto di cupi capelloni chitarreggianti, l’apertura verso il glorioso sol dell’avvenire. Le dichiarazioni in merito di Sergio Sacchi hanno seguito sempre più spesso due binari paralleli: il primo è che la…

Fast Animals and Slow Kids, «Non esistono canzoni stupide, tutto ti fa crescere» | Intervista (Parte 2)

La potenza della musica si è fatta manifesta, nell’ultimo anno e mezzo, in un momento in cui c’è stato tolto tutto quanto. Uno dei macrotemi dei FASK è la consolazione: se facciamo schifo tutti, comunque, qualcosa migliorerà. Questo disco s’inserisce perfettamente in questo flusso: pensi possa avere un’eco per il periodo che abbiamo vissuto? Voi…

Iosonouncane: “IRA” è un disco pop senza stronzate di contorno | Terza parte

Parlando della tua evoluzione, quando uscì “DIE” ci fu una sorta di spaccatura. Una parte del pubblico, prese “Stormi” come “il pezzo” del disco; io quando ho sentito “Tanca” ho perso la testa. C’era un po’ questa divisione tra chi ti ha forse frainteso, pensandoti in quell’ottica un po’ battistiana di “Stormi”, ma la sperimentazione…

TOdays Festival, Gozzi: «Quest’anno abbiamo osato, basta finti festival fotocopia» | Intervista

– di Riccardo De Stefano – Anche le varie location sono interessanti. Siamo in un momento in cui è difficile organizzare qualcosa in un solo luogo, voi invece state proponendo una programmazione che si sviluppa in location diverse all’interno della stessa città. Come avete pensato questi spazi? Come li avete scelti, come vi siete mossi…